Confezione
Dr Ethan Russo CBD Deficit clinico endocannabinoide

Serie video "Conversazioni sulla cannabis" Ethan Russo sul deficit clinico degli endocannabinoidi e sugli approcci terapeutici per il sistema endocannabinoide.

Dr. Ethan Russo, neurologo e scienziato, risponde a domande sul CBD, sul deficit clinico dell'endocannabinoide e su vari metodi per stimolare il sistema endocannabinoide in questa intervista.

trascrizione

Progetto CBD: Oggi intervistiamo Dr. Ethan Russo. Dr. Russo è un neurologo accreditato e ricercatore senior presso la società di biotecnologie Phytec, specializzata nello sviluppo di diversi metodi di trattamento per stimolare il sistema degli endocannabinoidi per scopi terapeutici. Dr. Russo è stato precedentemente consulente medico senior per GW Pharmaceuticals ed è stato pubblicato in numerose pubblicazioni scientifiche ed è anche un collaboratore e redattore di diversi libri. Era inoltre un membro di facoltà presso l'Università di Washington, un docente ospite presso la Harvard Medical School e altre istituzioni accademiche. Benvenuti a conversazioni di cannabis.

Russo: Grazie per l'invito.

Progetto CBD: Ethan, eri molto più avanti del tuo tempo in termini di CBD, anni prima che la maggior parte dei membri della comunità della cannabis medica ne avesse mai sentito parlare, sottolineando gli effetti del CBD. Diteci brevemente che significato ha il CBD?

Russo: Beh, penso che abbiamo prima bisogno di alcune informazioni di base per indicare che il cannabidiolo è sempre stata una parte del potenziale d'azione della cannabis. E 'stato semplicemente spinto solo da allevamento selettivo in sottofondo, che era un altro sottoprodotto del divieto in pratica e il motivo per cui l'accento è stato posto sulla massima Psycho, a scapito di ampi effetti medici. Ma è chiaro che, CBD è una sostanza che ha molto da offrire a molti livelli.

In primo luogo, agisce in sinergia con THC, quindi si aggiunge alla capacità di antidolorifici di THC, mentre è un ottimo farmaco anti-infiammatorio per sé, senza gli effetti collaterali dei farmaci anti-infiammatori non steroidei causa così come ulcere, infarti e ictus; con il cannabidiolo non è semplicemente che il rischio.

Da un lato, il cannabidiolo può ridurre alcuni degli effetti meno desiderati del THC, come l'ansia e l'aumento della frequenza cardiaca. Allo stesso tempo, tuttavia, il cannabidiolo ha molte proprietà che il THC non ha - ha un effetto ansiogeno e antipsicotico, e tutto questo senza essere inebriante, cosa che può accadere se si prende troppo THC. Quindi questi sono solo alcuni di loro.

Progetto CBD: Hai citato CBD in combinazione con THC; Lo hai anche menzionato come un isolato. E quando hanno lavorato insieme con la società GW Pharmaceuticals, questo ampi studi clinici effettuati, finalizzato alla combinazione di CBD e THC per il farmaco Sativex. Il farmaco è stato approvato come spray sublinguale in diverse dozzine di paesi. GW, tuttavia, è stato recentemente più focalizzato sull'epidiolex della droga, che è più una formula a singola molecola. Si compone ancora di alcuni altri principi attivi, ma principalmente di CBD.

Russo: Questo è esattamente.

 

top
Cbd Hanfol 5 imballaggio 240x240

CBD canapa olio 5%

Olio di canapa CBD - l'estratto curativo di CBD dalla canapa. Nuova combinazione di CO2 e estrazione di alcol - ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 39,90
top
Zz CBD gocce d'cristallo 5 De nuovo mockup 240x240

L'olio di canapa con CBD cristallo 5%

Olio di semi di canapa arricchito con CBD puro e cristallino. Nessun effetto psicoattivo, THC 0%. In BIO ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 42,90
top
Zz CBD gocce d'cristallo 10 De nuovo mockup 240x240

L'olio di canapa con CBD cristallo 10%

In olio di semi di BIO CBD disciolto in polvere di CBD cristallino (10% CBD, THC 0%) di BIO ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 72,90

 

Progetto CBD: Quindi quali sono i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le varianti, l'isolato e la combinazione di farmaci?

Russo: Il farmaco Sativex è fondamentalmente un 1: 1 miscela di THC e CBD, più alcuni terpenoidi. Cioè, come è stato trovato per essere l'approccio migliore per il trattamento di una vasta gamma di sintomi quali la spasticità nella sclerosi multipla, qualche dolore, in particolare dolore neuropatico e ha funzionato abbastanza bene. Nella fase iniziale la società aveva indagato diverse proporzioni e varie forme di reddito e lo spray orale Sativex e la 1: miscela 1 ha dimostrato di essere un buon compromesso tra efficacia e sicurezza, il che significava un minor numero di effetti collaterali.

D'altra parte, il cannabidiolo da solo è molto adatto per il trattamento di numerosi altri disturbi. Uno di questi è l'epilessia. Il CBD è un anticonvulsivo e ha un ampio spettro di attività. In altre parole, funziona in molti tipi di convulsioni e ha la suddetta capacità di farlo senza la responsabilità che può accompagnare il THC, sia in termini di effetti collaterali che di restrizioni legali. Quindi questo è un grande vantaggio. Inoltre, esisteva già uno studio di Fase 2 con Epidiolex come antipsicotici da trattare, ad esempio la schizofrenia, e questo studio ha avuto molto successo. Lo studio non è stato ancora pubblicato, ma i risultati preliminari sono stati annunciati online.

Progetto CBD: Si dice che il CBD sia come il THC, ma senza l'effetto psicoattivo. È corretto? O è solo una presentazione semplicistica che lascia fuori la cosa più importante? Ci sono altre malattie in cui la CBD sembra più appropriata del THC?

Russo: È piuttosto il secondo. L'effetto è davvero diverso. Qualcosa che non ho menzionato è che il cannabidiolo è un modulatore endocannabinoide stessa, in altre parole, se somministrato continuativamente maggiore è il funzionamento del sistema, agisce in sostanza come un regolatore omeostatico. Per chiarire ciò, l'omeostasi è uno stato di equilibrio. Molte malattie disturbano l'equilibrio in un sistema e quando possiamo ripristinare quell'equilibrio, la condizione generale migliora. Questo è uno dei motivi per cui il cannabidiolo è un farmaco così versatile perché molte malattie lavorano su questo principio. Quindi, se un sistema è iperattivo, allora il principio dell'omeostasi richiede che si risolva nuovamente. Se un sistema funziona solo in misura limitata, deve essere riavviato. Ed è quello che può fare il cannabidiolo stimolando il sistema endocannbinoide.

Progetto CBD: Un farmaco di solito causa un certo effetto o il contrario. Ma suggeriscono che il CBD funziona effettivamente in entrambe le direzioni. Può compensare un'eccedenza e una carenza. Puoi spiegare come funziona? O quello richiede un più profondo scientifico ...

Russo: Se guardiamo al sistema endocannabinoide, funziona come una sorta di buffer. Il CBD può anche essere pensato come una sorta di buffer - un buffer agisce in entrambe le direzioni secondo necessità. Una delle principali funzioni del sistema degli endocannabinoidi è, per esempio, per regolare la funzione dei neurotrasmettitori e se troppo accade di un neurotrasmettitore nel cervello, allora ridurrà il numero e se troppo poco neurotrasmettitore accadere, allora aumenterà il loro numero. Senza schemi, probabilmente dovremo illustrarlo questa sera.

Progetto CBD: E il THC ha un effetto simile, solo in un modo diverso?

Russo: Sì. Il THC agisce direttamente sui recettori dei cannabinoidi. Il CBD, d'altra parte, è molto speciale. Non si lega direttamente ai siti di legame ortopico con cui si lega il THC. Si lega ai siti di legame allosterico, un'altra regione del recettore, e quindi varia la connessione sia di THC e cannabinoidi endogeni, endocannabinoidi. Il cannabidiolo è chiamato modulatore allosterico negativo, che è un'espressione raffinata e significa che quando il THC è presente, allora interrompe l'attività - che è una buona cosa per alleviare il psicoattività di THC e gli effetti collaterali come ansia o aumento della frequenza cardiaca questo può essere problematico quando si prende THC.

Progetto CBD: funzioni così CBD come un modulatore allosterico negativo del recettore cannabinoide, si può assumere - se impedisce l'effetto di un particolare recettore segnale o ridotto - che potrebbe contribuire a malattie che sono causate da un eccesso, perché questo sarebbe allora limitare e il contrario sarebbe il caso se si ha un modulatore allosterico, a differenza di CBD, stimolano il recettore e stimolare, sarebbe quello che sarebbe il caso per le malattie sulla base di un deficit del sistema endocannabinoide. Hanno anche scritto una lettera molto importante circa la carenza di endocannabinoidi clinica, credo che sia stato pubblicato nel 2001, forse possono spiegare la tesi che?

Russo: È un concetto che ho presentato allora. In 2004, ho avuto un articolo di recensione importante e non è stato fino a 2016 che ho presentato un altro rapporto, che è attualmente in fase di valutazione per la pubblicazione. Ho notato che molte malattie disturbano il livello dei neurotrasmettitori. Alcuni esempi: Siamo consapevoli che un problema importante è nella malattia di Alzheimer e altre demenze, la mancanza di acetilcolina, la molecola della memoria nel cervello; Come nel caso del Parkinson, non viene rilasciata abbastanza dopamina e questa carenza viene risolta con un farmaco noto come L-dopa. Quindi come apparirebbe un deficit nella funzione endocannabinoide? Bene, lo sapevamo già. Se non ci sono abbastanza endocannabinoidi nel corpo, il dolore si verificherà dove non ci dovrebbe essere dolore. La nausea si sarebbe verificata La probabilità di convulsioni aumenterebbe. E molti altri problemi. Mi sono reso conto che una varietà adatta malattia molto comune in uno schema che corrispondeva a un deficit di endocannabinoidi, in particolare l'emicrania, sindrome del colon irritabile e la fibromialgia. Queste malattie hanno alcune somiglianze. Sono tutte le sindromi iperalgesiche, cioè, si verificano dolore sproporzionatamente severa, e se si guarda al tessuto, a quanto pare va bene, ma una causa biochimica provoca forte dolore.

Inoltre, queste malattie si verificano nelle stesse persone. Se qualcuno soffre di emicrania cronica, allora c'è un'alta probabilità di sviluppare fibromialgia; La situazione è simile alla sindrome dell'intestino irritabile. In passato non si sapeva molto delle relazioni genetiche, ma siamo ancora alla ricerca di prove di questo e sembra plausibile che ci siano anche alcune connessioni. Ma l'idea di base era che la mancanza di endocannabinoidi è la causa comune di queste malattie. Seguendo l'articolo di recensione di 2004, sono stati fatti molti tentativi clinici e sperimentali per rinforzare l'approccio. Lasciatemi fare un esempio: alcuni anni fa, il gruppo di ricerca italiano Sarchielli ha misurato il livello di anandamide nel liquido spinale. Hai eseguito punture lombari-

Progetto CBD: L'anandamide appartiene agli endocannabinoidi.

Russo: Esattamente. Gli esperimenti hanno dimostrato che il livello era significativamente più basso nelle persone con emicrania rispetto alle persone sane che non soffrivano di cefalea emicranica. Questa fu la prima prova obiettiva della teoria. Ci sono altri esempi che hanno provato a dimostrare il nuovo articolo.

Progetto CBD: Supponendo di voler misurare il proprio livello di endocannabinoidi, se ci fosse una tecnologia relativamente economica e accessibile, sembrerebbe uno strumento diagnostico molto prezioso. È in sviluppo una tecnologia del genere?

Russo: Bene, non siamo ancora arrivati ​​allo sviluppo. Ci sono misurazioni dirette e speriamo avremmo una tecnica che non richiede una procedura invasiva come una puntura lombare per trovare queste cose fuori. Questo potrebbe essere rilevato con scansioni fisiologiche come scansioni PET e, in misura minore, risonanza magnetica, ma siamo ancora all'inizio di trovare tecnologie adeguate per ottenere questo tipo di risposte, in particolare senza dover ricorrere a tecniche invasive.

Progetto CBD: Phytecs, la società con cui collabori ora, sta sviluppando tecniche, possibilmente farmaci o rimedi erboristici, o combinazioni di entrambi (forse altre tecniche, dovrai aggiornarci) basate sull'endocannabinoide Sistema per ristabilire l'equilibrio in caso di deficit, come appena menzionato nel caso di emicranie e altri disturbi - presumibilmente che in qualche modo migliorerebbe la funzione degli endocannabinoidi nel corpo. O se si tratta di una malattia causata da eccesso, forse qualcosa come l'obesità, allora si vorrebbe spegnere il sistema. Puoi parlarci un po 'di ciò che Phytec sta facendo attualmente? L'attenzione è rivolta esclusivamente alla cannabis o sono considerate altre piante o tecniche?

Russo: La cannabis è certamente lì. Siamo interessati a sviluppare chemovar più mirati, varianti chimiche della cannabis che potrebbero aiutare meglio con alcune malattie e che potrebbero non aver ricevuto molta attenzione prima. Siamo anche interessati ad approcci non farmacologici. Questi includono rimedi puramente a base di erbe che stimolano il sistema endocannabinoide con agenti non intossicanti. Esistono anche approcci allo stile di vita e alla nutrizione. E ci sono molte prove oggi che la dieta può influenzare direttamente il sistema endocannabinoide e il suo equilibrio.

Progetto CBD: Quindi se mangi male, il sistema ne risentirà negativamente.

Russo: Ho paura che sia giusto.

 

top
Cbd canapa 240x240

CBD canapa

CBD canapa in qualità BIO è una miscela di foglie di canapa e fiori con un'alta percentuale di CBD (1,6 - ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 6,99
top
Cbg 240x240

Tè di canapa CBG, 1,8% CBG, 30 g

Il tè di canapa CBG in qualità organica è una miscela di foglie di canapa e fiori con un'elevata percentuale di CBG ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 7,99
top
Cbd extra canapa 240x240

CBD EXTRA canapa, 3,3% CBD

CBD EXTRA Canapa in qualità BIO è una miscela di foglie di canapa e fiori con una proporzione ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 11,99

 

Progetto CBD: Quindi, quando parliamo del sistema endocannabinoide, almeno quando ho sentito il termine a pochi anni fa per la prima volta, c'era l'idea semplificata che i principi attivi nel BIND pianta di cannabis a questi recettori e questo è ciò che fondamentalmente. Ma quando si parla di altre piante che vuoi dire che ci sono altre erbe o piante, che sono anche direttamente - interagisce con il sistema endocannabinoide - o forse indirettamente? Puoi dare qualche esempio?

Russo: C'è un esempio che ha bisogno di ulteriori ricerche e questa è la Liverwort della Nuova Zelanda (Radula marginata). Recentemente è stato dimostrato che contiene un farmaco cannabinoide che interagisce con il recettore CB1, lo stesso recettore a cui si lega il THC. Ho paura che l'articolo non sia stato ancora pubblicato. Ma ho avuto un suggerimento interessante dal nostro collega Jurg Gertsch. Alcuni anni fa, un ingrediente attivo chiamato Yangonin, isolato da Kava, una bevanda del Mare del Sud, che agisce anche sul recettore CB1, è diventato noto e questo potrebbe certamente essere collegato agli effetti rilassanti della bevanda. Quindi questo sarebbe solo due esempi.

Progetto CBD: E i principi attivi della pianta di cannabis? Si legano esclusivamente ai recettori cannabinoidi o ci sono altre interazioni di quante ne sappiamo?

Russo: Certo. Lasciatemi fare alcuni esempi: il CBD viene anche definito come un agonista, uno stimolante per il recettore della serotonina 1A. Questo è qualcosa che sospettavo, e con i colleghi dell'Università del Montana, l'abbiamo descritto così nell'anno 2005. A quanto pare, è un meccanismo importante in molte attività del cannabidiolo e sembra funzionare indipendentemente dai recettori cannabinoidi. Un altro esempio potrebbe essere un altro componente di cannabis che si pensava fosse chimicamente non-cannabinoide, ma questo è il caso dopotutto, e questo è il beta-cariofelene sesquiterpenoide.

Progetto CBD: Cosa significa esattamente, terpenoide o sesquiterpenoide?

Russo: Ebbene, questi sono una molecola con atomi 15-carbonio nella sua struttura, si differenzia notevolmente da cannabinoidi che normalmente associati con la pianta di cannabis, ma come si è scoperto, è un agonista altamente selettivo per il recettore CB2.

Progetto CBD: Questo è più periferico, mentre CB1 è più a fuoco?

Russo: Quindi si crede, è un recettore non psicoattivo. È più coinvolto nei meccanismi anti-infiammatori e nel dolore. Un principio attivo che agisce sul recettore CB2 avrebbe effetti antinfiammatori e analgesici, ma senza effetti collaterali psicoattivi. A quanto pare, i caryopheles agiscono in modo molto selettivo su questo recettore. È un ingrediente molto sicuro. Si verifica, ad esempio, nel pepe nero. Ufficialmente, viene indicato come GRAS - non erba - ma GRAS ed è generalmente considerato un integratore alimentare sicuro. Il governo ha quindi approvato questo rimedio. Si trova nel cibo. Ma più di questo certamente promuoverebbe una buona salute, specialmente per le persone con artrite o altri tipi di dolore cronico. E ancora, non ci sono effetti collaterali indesiderati di cui preoccuparsi.

Progetto CBD: Questo sesquiterpene parlato di beta essi caryophellene effettivamente si verifica in alcuni ceppi di cannabis e quindi avrebbe un effetto addizionale insieme con l'effetto sinergico dei cannabinoidi come CBD e THC avere e migliorare l'analgesica o effetti anti-infiammatori della cannabis.

Russo: Sì, è certamente concepibile. In una certa misura, si verificherà in tutti i ceppi di cannabis. Tuttavia, se hai la capacità di determinare in sicurezza i livelli di cannabinoidi in una farmacia e siamo in grado di selezionare una varietà con un alto contenuto di cariofelici, allora ci aspettiamo che questa varietà sia molto più efficace nel ridurre il dolore e la sofferenza Per trattare l'infiammazione

Progetto CBD: Quindi, se abbiamo una situazione in cui i cannabinoidi come CBD e THC dalla pianta si legano non solo ai recettori cannabinoidi ma anche ad altri recettori, e poi abbiamo altre erbe - hai citato kava e c'è di più - che interagiscono con i recettori cannabinoidi, cosa significa in termini di comprensione del sistema endocannabinoide? Ricordo tempi in cui, come non-scienziato, ho cercato di capire alcuni di questi concetti, la mia idea poteva essere un po 'limitata: la pianta contiene farmaci che si legano a questi recettori, eccellenti, e poi grandi accadono cose. Questa idea è troppo limitata quando parliamo del sistema endocannabinoide, dobbiamo ampliarne l'idea?

Russo: Bene, questa è una buona domanda, perché si riferisce a un problema che stiamo affrontando. Fondamentalmente, abbiamo bisogno di capire meglio il ruolo degli endocannabinoidi nella nostra vita e stato di salute. Questo è stato ampiamente ignorato, probabilmente a causa del nome: il nome "cannabis" ha creato un'associazione peggiorativa che ha ostacolato l'insegnamento, anche nella scuola medica. Fondamentalmente, la materia è difficilmente trattata. Tuttavia, dovremmo considerare quanto segue: ci sono più recettori cannabinoidi nel cervello che per tutti i neurotrasmettitori combinati. Questo è vero, e se questo fatto viene preso in considerazione, perché dovresti semplicemente ignorare questo sistema? Perché non viene insegnato nulla a riguardo? Il pubblico deve saperlo e come lo stile di vita e la dieta influenzano questo sistema e come potrebbe essere usato per migliorare la qualità della vita.

Progetto CBD: Dr. Russo, vogliamo ringraziarti per aver condiviso queste informazioni. Sei un pioniere in questo campo e sei stato di grande aiuto per tutti noi. Grazie

Russo: È stato un piacere

Fonte e video:
https://www.projectcbd.org/science/cannabis-pharmacology/dr-ethan-russo-cbd-clinical-endocannabinoid-deficiency

 
Certificati e riconoscimenti

2017 1platz Hanfol Esperto certificato di cannabis medica del Cbd 2017 1platz canapa miele Thumb certificati canapa Bio Certificazione Medical Cannabis 2016 Diplom Canapa Honigwein Certifikat Cannafest

Elenco di premi e certificati

alimenti di canapa superiore per una vita più sana

top
La canapa naturale Bio 240x240

Canapa BIO naturali (foglie e ...

sonno sano, la rigenerazione, il sollievo dal dolore, la digestione sana

prezzo
Prezzo di vendita: € 5,99
top
Cbd extra canapa 240x240

CBD EXTRA canapa, 3,3% CBD

CBD EXTRA Canapa in qualità BIO è una miscela di foglie di canapa e fiori con una proporzione ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 11,99
top
Cbd canapa 240x240

CBD canapa

CBD canapa in qualità BIO è una miscela di foglie di canapa e fiori con un'alta percentuale di CBD (1,6 - ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 6,99
top
Cbd Hanfol 5 imballaggio 240x240

CBD canapa olio 5%

Olio di canapa CBD - l'estratto curativo di CBD dalla canapa. Nuova combinazione di CO2 e estrazione di alcol - ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 39,90
top
Cbd Hanfol 10 imballaggio 240x240

CBD canapa olio 10%

Olio di canapa CBD - l'estratto curativo di CBD dalla canapa. Nuova combinazione di CO2 e estrazione di alcol - ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 69,90
top
Cbg 240x240

Tè di canapa CBG, 1,8% CBG, 30 g

Il tè di canapa CBG in qualità organica è una miscela di foglie di canapa e fiori con un'elevata percentuale di CBG ...

prezzo
Prezzo di vendita: € 7,99